International Congress of Conscientiology
1st INTERNATIONAL CONGRESS OF CONSCIENTIOLOGY
Menu

1st International Congress of Conscientiology

IAC - International Academy of Consciousness

La Coscienziologia comprende un’ampia area di investigazione ed è dedicata al progresso della nostra conoscenza riguardo la coscienza (intesa, in questo contesto, come il principio individuale e intelligente che ci fa coscienti, l’essenza del nostro essere, popolarmente chiamata “anima” o “spirito”).

Il Comitato del Congresso ringrazia per l’invio di risultati di investigazioni o teorie che possano chiarire o ampliare la comprensione sulla natura, la manifestazione e gli attributi della coscienza. Si includono in questa categoria articoli sui fenomeni potenzialmente rivelatori di aspetti o caratteristiche coscienziali, come quelli parapsichici o quelli considerati di carattere multidimensionale e non ordinario.

Rientrano nelle finalità del CIC anche gli studi che approcciano, esaminano, comprovano o avvalorano la naturale multidimensionalità della realtà.

I temi considerati includono (ma non si limitano a) quanto sotto elencato:

  • Manifestazione e natura della coscienza:

○         Autocoscienza multidimensionale

○         Coscienziometria

○         Cosmoetica

○         Interfaccia coscienza – veicoli di manifestazione

○         Morte fisica e sopravvivenza della coscienza

○         Paragenetica

○         Processo evolutivo coscienziale

○         Recupero di cons (recons) – il recupero di conoscenze, lucidità e ricordi anteriori al corpo fisico

○         Restrizione della lucidità della coscienza nella dimensione fisica (restricons)

○         Sincronicità, karmalità e meccanismo regolatore di “azione e reazione” o “attrazione e repulsione” sotto la prospettiva multidimensionale e pluriesistenziale (holokarma)

 

  • Fenomeni Coscienziali e parapsichici:

○         Scoperta delle bioenergie (campo vitale, energia sottile, prana, chi)

○         Effetti fisici relazionati alla coscienza

○         Esperienze autoinvestigative, come retrocognizioni e reminiscenze del periodo intermissivo (fra le vite)

○         Esperienze fuori dal corpo (proiezione cosciente) o altre abilità parapsichiche

○         Esperienze mentalsomatiche, quali la cosmocoscienza

○         Avvenimenti che evidenziano l’influenza dell’energia sugli individui o sulla materia

○         Parapercezione o sensibilità parapsichica

 

  • Relazione fra la (o applicazione della) Coscienziologia e altri campi della scienza:

○         Applicazione dell’energia in processi curativi fisici o olosomatici

○         Effetti e applicazione della conoscenza o delle tecniche coscienziologiche in Psicologia, Medicina, Psichiatria o altre aree della salute

○         Malattie psicosomatiche o di origine bioenergetica o extrafisica

○         Approcci antropologici dei fenomeni paranormali

○         Identificazione dell’energia immanente o fenomeni naturali possibilmente provocati da cause non materiali o di natura non fisica

○         Parapsichismo animale

 

  • Realtà extrafisica e interazione interdimensionale:

○         Assistenzialità nella dimensione extrafisica

○         Natura degli ambienti extrafisici (paraecologia, paratecnologia, parageografia)

○         Preparazione per la prossima vita

○         Programmazione esistenziale (proexis) – pianificazione ed esecuzione del progetto per la vita attuale e studi olobiografici

○         Riurbanizzazione extrafisica (riurbex)

○         Tecniche di accelerazione evolutiva nelle dimensioni extrafisica (durante l’intermissione) e intrafisica

 

Il comitato accetta anche articoli che (a) affrontano questioni filosofiche, teoriche e metodologiche di investigazione della coscienza (ontologia, epistemologia e metodologia della Coscienziologia); (b) analizzano studi di casi in prima, seconda o terza persona; e (c) discutono misure volte a promuovere lo sviluppo generale dell’approccio scientifico nello studio della coscienza.

Gli articoli di investigazione sperimentale possono prevedere le seguenti prospettive:

  • Prima persona: metodologie di autoinvestigazione; analisi di esperienze personali; teorie sviluppate a partire dalle esperienze dirette; metodologie di autosviluppo; autosperimentazione o sviluppo di tecniche per migliorare le abilità parapsichiche.
  • Seconda persona: esperienze intersoggettive; metodologie basate sull’accoppiamento aurico o assimilazione simpatica; conoscenze acquisite attraverso la facilitazione, conseguenza logica o coaching parapsichico ed evolutivo; studi di casi.
  • Terza persona: analisi di studi anteriori sui fenomeni parapsichici; studi sperimentali con misurazioni fisiche o fisiologiche; studi basati su investigazioni di sondaggi; osservazioni antropologiche relazionate con le esperienze multidimensionali; altre metodologie partecipative scientifiche, direzionate alla comprensione delle abilità parapsichiche e non ordinarie dell’essere umano.